Amalfi e la Costiera Amalfitana da scoprire

La costiera amalfitana è uno dei tratti costieri più incantevoli dell’intero Mezzogiorno d’Italia.

Amalfi da visitare

Posto a sud della penisola sorrentina, la sua lunghezza la conduce da Positano a Vietri sul mare, rappresentando un angolo costiero di immensa gradevolezza estetica, considerato patrimonio dell’umanità dell’Unesco e rappresentato nella sua denominazione dalla città di Amalfi, che siamo andati a visitare per due giorni di relax.


Contraddistinta da un clima tipicamente mite e mediterraneo, Amalfi è visitabile in qualsiasi momento dell’anno, sebbene il picco turistico sia certamente rappresentato dalla bella stagione e, in particolar modo, da quella più calda, quando la località diviene meta di un flusso molto importante di viaggiatori nazionali e internazionali.

Anche senza fruire delle bellezze paesaggistiche costiere, il centro città  di Amalfi può comunque garantire la più elevata soddisfazione del palato estetico, culturale e religioso. Fulcro delle bellezze cittadine è il Duomo di Amalfi, costruito nel IX Secolo d.c., quando la Repubblica Marinara cominciò ad affermarsi in Europa come potenza commerciale. Il Duomo fu poi ristrutturato nel 1203, con chiara e netta influenza nelle forme arabo-normanne introdotte dai conquistatori. Una seconda imponente ricostruzione fu deliberata nell’800, dopo un crollo strutturale che trascinò sul terreno buona parte dell’intera architettura.

Di notevole impatto culturale sono altresì le vecchie cartiere, che vi consigliamo di visitare. Situate nella Valle dei Mulini, le vecchie cartiere trovano un’ideale riassunto nel Museo della Carta a mano di Amalfi, costituito da una antica cartiera e da una biblioteca con circa 3 mila testi specializzati sull’origine e sulla lavorazione della carta.

Il cibo di Amalfi alterna sapientemente prodotti di terra e prodotti di mare, con una ottima qualità  del pescato. Sicuramente imperdibile, a fine del lauto pasto, il limoncello prodotto dai tanti operatori locali che nel corso dei secoli si sono specializzati nella realizzazione di questo buon liquore a base di alcol, zucchero e buccia di limone.