Bormio

Visitare Bormio

Bormio


Stazione sciistica famosa in tutta Italia, Bormio è un comune della provincia di Sondrio, sull’arco alpino.

Perfettamente adeguata ai tempi moderni, Bormio conserva però il fascino antico della cittadina che vanta secoli di storia. Dotata di un imponente comprensorio sciistico, ha anche un interessante centro termale.

Bormio cenni storici

Duemila anni fa, esisteva già Bormio. Non con questo nome, certamente, ma testimonianze archeologiche fanno pensare che venti secoli fa fosse già abitata.

Arroccata ad un’altitudine di 1225 metri, in piene Alpi, è stata meta ambita delle popolazioni di passaggio verso la Mitteleuropa. Non lontana dalla Svizzera, infatti, Bormio è proprio ai piedi del Passo dello Stelvio.

La cittadina passò alle cronache durante la Grande Guerra. Qui si è combattuto aspramente per difendere i confini italiani, anche a quote impressionanti: 3000 metri di altezza.

Arte e cultura a Bormio

In città, è possibile ammirare edifici civili e religiosi molto antichi. Alcuni, come la chiesa di San Vitale, risale addirittura al XII secolo. In epoca rinascimentale, fra il XIV e il XVI secolo, la città si popola di preziosi edifici, indice di una attività sociale, economica e giuridica non indifferente.

È possibile infatti ammirare la Torre delle Ore (XV-XVI sec.), il Palazzo De Simoni (XVIII sec.) e la Torre degli Alberti (XV sec.). Caratteristica, è invece, il Kuerc. Datato XIII secolo, è un anfiteatro nel quale si amministrava la giustizia. Insomma, una sorta di tribunale antico.

Attualmente, Palazzo De Simoni, dimora patrizia dei tempi andati, ospita il Municipio, il Museo e la Biblioteca civica. La torre che affianca il palazzo e lo rende riconoscibile da lontano, è l’ultima supersite delle 32 torri erette in città in epoca medievale.

Divertimenti e svaghi a Bormio

Superfluo, forse, parlare di divertimenti a Bormio. D’inverno, la cittadina è un’ambita meta turistica per gli appassionati degli sport invernali. Dai primi di novembre alla fine di maggio, la stagione sciistica è aperta. Per chi pratica lo sci alpino, con corda e picconi, ci sono itinerari affascinati, come il Ghiacciaio dei Forni e il Gruppo della Cima Piazzi.

Anche d’estate si possono praticare molti sport: dal trekking in quota per visitare la Valle di Fraele (consigliato da luglio a ottobre), al free-climbing sulle cime dei dintorni. Infine, da non sottovalutare, le terme di Bormio. Le piscine, dotate di acque termali a 28°C, permettono di fare trattamenti specifici come aerosol, fanghi e docce micronizzate.

E la gastronomia? Si possono gustare i piatti tipici della cucina valtellinese. Sia in città che in quota. Fra Bormio e San Colombano, sono almeno una ventina i ristoranti d’alta quota. Tutti sopra i 1500 metri.