Agnone

Visitare Agnone

Visitare AgnoneAgnone è un comune di oltre 5.000 abitanti in provincia di Isernia. E’ famosa nel mondo per la produzione di campane, ed è una delle pochissime città italiane che può fregiarsi dello stemma pontificio.

Agnone cenni storici

Agnone è sorta sulle rovine di Aquilonia, antica città di origine romanica. La città è stato un importante centro durante la dominazione longobarda, andando man mano decadendo nei secoli seguenti all’anno 1000.

Nel 1139 la famiglia Borriello portò ad Agnone numerosi soldati ed artigiani veneziani. L’importanza di Agnone crebbe durante il periodo angioino ed aragonese, tanto da diventare, sotto il Regno delle due Sicilie, una delle 56 città regie, libere da qualsiasi soggezione feudale. Durante il periodo della dominazione fascista, ad Agnone si tennero numerosi combattimenti.

Arte e cultura ad Agnone

Numerose sono le chiese che sono presenti ad Agnone, come la chiesa di San Marco Evangelista, risalente al XII secolo, e la chiesa di San Francesco, considerata un monumento nazionale. Molto bella è l’antica bottega orafa, che testimonia l’immigrazione di orafi ed artigiani da Venezia, numerosi secoli fa.

Divertimento e svaghi ad Agnone

Agnone ha delle tradizioni molto forti e radicate. Tra tutte, la più famosa è la ‘Ndocciata, il più grande rito legato al fuoco ad oggi conosciuto. Migliaia di fiaccole, chiamate ‘Ndoccie, sfilano per le vie del paese.

Dal 17 al 19 agosto di ogni anno, inoltre, si tiene la Fiera delle Arti e dei Mestieri Antichi, durante la quale è possibile ammirare all’opera fabbri, orafi ed artigiani.

Da visitare, senza dubbio, sono le Antiche Fonderie del Rame ed il Museo Internazionale della Campana, che sorge accanto alla Pontificia Fonderia Marinelli, una delle più antiche al mondo.

Agnone la gastronomia

Tra i piatti tipici che è possibile gustare ad Agnone, ci sono le “sagne a taccune”, le “sagne e fagioli”, i “maccheroni alla chitarra” e la la prelibata “zuppa alla santè”. Tra i prodotti tipici, segnaliamo quelli legati all’alta montagna e alla sua aria pura, come i latticini e il famosissimo caciocavallo di agnone. Tra i dolci, ci sono le ostie ripiene e le campane di cioccolato.