Cortina d’Ampezzo

Visitare Cortina d’Ampezzo

Cortina d'Ampezzo da visitare

Cortina d’Ampezzo, comune in provincia di Belluno, nonchè il più esteso e famoso dei 18 comuni che formano la Ladinia (regione che comprende le province di Belluno, Bolzano e Trento), è una rinnomatissima località turistica, in particolar modo invernale.

Situata nella Valle d’Ampezzo e limitata dalla Val Pusteria e dal Cadore, si trova in mezzo alle Dolomiti, che arrivano a circondarla su tutti i 360° gradi.

Sono famose le sue chilometriche piste da sci che offrono un’ampia varietà di intrattenimenti per chi adora la neve.

Cortina d’Ampezzo e Dolomiti Superski

Cortina ha conosciuto il boom turistico invernale proprio dopo le Olimpiadi Invernali del ’56, infatti da allora è stata letteralmente presa d’assalto dai turisti di tutto il mondo, dando la possibilità di riutilizzare le strutture ricettive e sportive preparate appositamente per l’Olimpiade.

Attualmente Cortina d’Ampezzo fa parte, e forse ne rappresenta l’anello più importante, del comprensorio sciistico Dolomiti Superski, un’area di 1220 chilometri di neve che si estende per le province di Trento, Bolzano e Belluno.

Naturalmente Cortina è attrezzata per offrire qualsiasi tipo di intrattenimento sulla neve, come sci da fondo, da discesa, snowboard, slittino, escursioni con le ciaspe, pattinaggio sul ghiaccio, per citare i più famosi.

La conservazione della neve è garantita dal tipico clima alpino che si respira a Cortina, estati brevi e fresche ed inverni lunghi e rigidi, in particolar modo da dicembre a gennaio, durante i quali si registrano le temperature più basse sull’intero territorio italiano.

La vita sociale di Cortina d’Ampezzo vive a braccetto con l’ambiente circostante, e quindi con la neve. Diverse sono le manifestazioni che si svolgono sulle piste, come per esempio le fiaccolate, o le varie edizioni di campionati a qualsiasi livello.

Cortina d’Ampezzo sport estivi e invernali

Naturalmente Cortina offre diverse possibilità anche durante l’estate: trekking, mountain bike, scuola di roccia e sport sull’acqua, come il rafting, ma anche la possibilità di rilassarsi in uno dei diversi centri benessere distribuiti su tutto il territorio.

Lontani dalla neve, non mancano certo le occasioni per vivere un po’ di folklore tipico del posto; solo per citarne alcune: “Festa de ra Bandes” (la Festa delle Bande), un evento che invita le bande musicali del territorio a sfilare per le vie di Cortina, oppure la Coppa d’Oro delle Dolomiti, una gara automobilistica che vede sfidarsi auto d’epoca.

Gastronomia e cultura di Cortina d’Ampezzo

Ma Cortina si è impegnata a crescere ulteriormente anche sul piano culturale, infatti numerosi, anche se piccoli, sono i musei messi a disposizione dei turisti, che ospitano di volta in volta le opere di diversi artisti.

Una possibilità in più che i turisti che decidono di fermarsi a Cortina anche per la notte, è quella di alloggiare nei diversi e caratteristici rifugi alpini allocati sui fianchi delle Dolomiti.

La cucina ampezzana è stata influenzata parecchio dalla gastronomia tirolese, infatti i piatti tipici portano ancora i nomi tedeschi. Tra i primi più famosi segnaliamo i canederli (palle di pan grattato ripieni di spek, spinaci, formaggio e serviti in brodo) e i casunziei (ravioli ripieni di rapa rossa o patata, conditi con burro fuso e semi di papavero); come secondi un piatto tipico della tradizione ungherese: il Goulasch (una zuppa di carne speziata); e come dolci la torta sacher e i krapfen (entrambi tipici della cucina austriaca).